AMD EPYC Potenzia la Prossima Generazione di Supercomputer insieme a Cray

Il Dipartimento Americano dell’Energia ha appena annunciato un nuovo supercomputer per il National Energy Research Scientific Computing (NERSC) Center del Lawrence Berkeley National Laboratory, che sarà equipaggiato con processori AMD EPYC e la più recente piattaforma di supercomputing Shasta di Cray.

Con il nome di Perlmutter, il supercomputer si presenta come un sistema pre-exascale che sarà disponibile nel 2020, in grado di contenere una notevole quantità di nodi CPU basati sulla futura generazione di core AMD EPYC. Nel complesso, il nuovo supercomputer vedrà la sua potenza di calcolo triplicata rispetto a quella attualmente disponibile per NERSC

Perlmutter sarà utilizzato da più di 7000 scienziati per più di 600 progetti all’anno con l’obiettivo di supportare i progetti più ambiziosi, tra cui lo sviluppo di nuove fonti di energia, il miglioramento dell’efficienza energetica, la scoperta di nuovi materiali e l’analisi di enormi set di dati da strutture scientifiche sperimentali. 

Inoltre, come parte di questo annuncio, Cray ha presentato un sistema di supercomputing di prossima generazione chiamato Shasta, che supporterà le CPU AMD EPYC e le GPU Radeon.

Puoi trovare maggiori informazioni relative a all’annuncio di Cray a questo link, mentre di seguito puoi trovare una citazione di Forrest Norrod, vice presidente senior e general manager, AMD Datacenter e Embedded Systems Group riguardo il supercomputer Perlmutter:

Siamo orgogliosi di avere AMD EPYC come parte fondamentale del prossimo supercomputer Perlmutter. Questa è un’importante pietra miliare per AMD e per il settore mentre lavoriamo insieme per superare i limiti delle prestazioni hardware e software nell’interesse della ricerca di prossima generazione. Ringrazio Cray per aver incluso AMD già nelle prime fasi del progetto e NERSC per aver scelto AMD EPYC

About Brando Mattioli

Blogger - Amante della Rete e di tutto ciò che la compone. Appassionato ed emotivo e certe volte alternativo e riflessivo. Sicuramente deciso e insicuro e allo stesso tempo arrogante e spietato.