Coronavirus

Tim Cook, CEO di Apple a fronte dell’epidemia Coronavirus esplosa in Cina dove ha varie società di assemblaggio dei vari prodotti tecnologici ha rilasciato un comunicato stampa:

Team,

la risposta a COVID-19 ha toccato la vita di così tanti membri della famiglia Apple e voglio ringraziare tutti per l’impegno, l’empatia, la comprensione e la cura. Oggi abbiamo più che raddoppiato la nostra donazione per sostenere la risposta storica e globale alla salute.

La nostra principale preoccupazione riguarda le persone che compongono la community di dipendenti, partner, clienti e fornitori di Apple in Cina. Voglio anche riconoscere le molte persone tra i nostri team che hanno lavorato tutto il giorno per gestire la risposta globale COVID-19 di Apple con diligenza e premurosità.

Gli uffici aziendali e i contact center sono stati riaperti in tutta la Cina e i nostri negozi stanno iniziando a riaprire, ma stiamo riscontrando un ritorno più lento alle condizioni normali di quanto ci aspettassimo. Questo pomeriggio ho condiviso questo aggiornamento con la nostra comunità di azionisti e investitori per notare che non ci aspettiamo di rispettare la guida alle entrate fornita nel trimestre di marzo.

Al di fuori della Cina, la domanda dei clienti dei nostri prodotti e servizi sono state forti fino ad oggi e in linea con le nostre aspettative. Apple è forte nelle fondamenta e questa interruzione per la nostra attività è solo temporanea.

La nostra prima priorità – ora e sempre – è la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti, partner della catena di fornitura, clienti e delle comunità in cui operiamo. La nostra profonda gratitudine è con coloro che sono in prima linea nell’affrontare questa emergenza sanitaria pubblica.

Tim

La società assicura che i rallentamenti produttivi in Cina non faranno slittare il lancio di nuovi prodotti.

lullylu

Fashion Victim e scrupolosa osservatrice di Accessori di Moda, preferibilmente di nicchia e attentamente selezionati. La Moda è fatta per diventare fuori Moda.