Smart Working: Consigli e Strumenti per Lavorare al Meglio

Dal pc alla connessione, da una buona illuminazione a una adeguata base di appoggio, ecco cosa non può mancare quando si lavora in modalità Smart Working. Il lavoro agile, meglio conosciuto come Smart Working, è nato con l’idea di dare alle persone maggiore flessibilità e autonomia a fronte di una maggiore responsabilità, oggi risulta necessario e molto utile, ove possibile. In questi ultimi anni, infatti, lo Smart Working ha rivoluzionato il concetto di lavoro, ma nelle ultime settimane ha soprattutto migliorato la vita di molte persone: dipendenti che possono rendersi utili all’azienda restando in casa, senza dover per forza raggiungere l’ufficio. Questa nuova tipologia di lavoro prevede un’ottima organizzazione e una serie di strumenti utili per realizzarlo al meglio e nel modo più efficiente. Ecco quindi, alcuni consigli utili dal leader della tecnologia.

 

Prima di iniziare, è utile individuare uno spazio adeguato all’interno della casa che possa essere funzionale e dove la connessione internet sia ottimale. Lo spazio deve essere ben illuminato, sia di giorno dalla luce naturale che di sera con quella artificiale, preferibilmente tramite una lampada da tavolo. Se non è possibile avere una stanza tutta per sé, è importante che lo spazio scelto non cambi di volta in volta e che venga rispettato dai propri familiari o coinquilini. Trovato il punto ideale, la propria “scrivania casalinga” deve prendere forma. 

Un ampio display è la prima caratteristica da ricercare per avere il proprio spazio di lavoro confortevole e ordinato. L’innovativo Samsung Space Monitor, per esempio, permette di sfruttare pienamente la tecnologia all’avanguardia, senza rinunciare a stile ed eleganza. Pensato per ambienti minimalisti, il nuovo monitor incorpora una soluzione salva spazio unica nel suo genere con un design elegante e funzionalità avanzate per consentire agli utenti di concentrarsi sul contenuto visualizzato sullo schermo. Un alleato perfetto per l’ufficio, ma soprattutto per il lavoro da casa. Infatti, grazie alla confortevole regolazione ergonomica, al facile accesso alle porte e a un sistema di gestione dei cavi pulito e flessibile, Space Monitor si adatta alla forma e alla struttura di qualsiasi postazione di lavoro o home office. Se la propria “scrivania casalinga” deve essere completamente libera e trasformarsi nel tavolo da giochi per i bambini, basta inclinare all’indietro il monitor fino ad appoggiarlo alla parete retrostante. Quando poi torna il momento di lavorare, basta tirare verso di sé Space Monitor e dargli l’angolazione migliore. Samsung Space Monitor è totalmente regolabile in altezza, è possibile alzarlo e abbassarlo in modo rapido e semplice per calibrare il livello di visione perfettamente su misura di chi guarda.

Se, invece, si predilige uno schermo dalle dimensioni più grandi con un design elegante ma dalle linee più morbide, allora il display ideale è un monitor curvo, in particolare il Monitor Curvo C34J791.

Con il formato 21:9 e l’assenza della cornice su tre lati, lo schermo curvo ultra-wide da 34’’ di C34J791 offre tutto lo spazio che serve per un multitasking efficiente e confortevole, permettendo una visualizzazione ottimale dei propri file di lavoro. La curvatura dello schermo è progettata per seguire quella naturale del campo visivo umano, offrendo così un’esperienza di visione più avvolgente e confortevole.

Dopo il lavoro, se il proprio hobby è il gaming, il Monitor Curvo C34J791 permette un’esperienza di gioco coinvolgente e immersiva. Il refresh rate a 100 HZ garantisce una reattività più delicata e uniforme ai movimenti del mouse e la tecnologia Quantum Dot garantisce una gamma di colori più luminosi, nitidi e naturali, per garantire immagini straordinariamente precise e realistiche, garantendo un’esperienza di gioco impeccabile.

Durante lo Smart Working, inoltre, video call e riunioni sono impegni quotidiani e ricorrenti per poter condividere documenti e progetti con i propri colleghi. Condividere significa anche avere sempre a disposizione i file utili, spesso più di uno, a tal fine il Samsung Space Monitor e il Monitor Curvo C34J791 sono alleati ideali. Grazie alla funzione Picture-by-Picture è possibile visionare simultaneamente sul display i contenuti di due fonti con la loro risoluzione originaria; invece, se si preferisce visualizzare un contenuto meglio di un altro, con la funzione Picture-in-Picture è possibile ridimensionare la seconda fonte fino a renderla pari al 25% dello schermo e posizionarla ovunque si voglia. Infine, il software Easy Setting Box di Samsung garantisce un multitasking ottimale consentendo di suddividere lo schermo e organizzare all’istante le finestre. In questo modo si hanno a disposizione i file in modo totalmente personalizzabile durante la stesura di importanti documenti o una video call con il proprio team di lavoro. 

Se una buona connessione e una scrivania ben organizzata rappresentano gli elementi base per la buona riuscita del proprio lavoro in modalità Smart Working, la sicurezza di uno strumento di archiviazione sicuro e compatto può rappresentare lo step successivo per lavorare con serenità ed essere super efficienti nel caso in cui servisse spostare i documenti presso altre postazioni, oltre le proprie mura domestiche. 

Ecco entrare in gioco i dispositivi di archiviazione esterna – Portable Solid State Drive (SSD). In questo settore, innovativi standard di velocità e sicurezza sono rappresentati dall’ultimo dispositivo Samsung SSD T7 Touch. Nel caso in cui si avesse necessità di trasferire esternamente file e progetti, Samsung SSD T7 Touch permetterebbe di farlo in totale sicurezza e con la più elevata

velocità di trasferimento attualmente disponibili[1]. Progettato con un design elegante e compatto, con un peso di soli 58 grammi, il nuovo dispositivo di archiviazione esterna presenta un elevato livello di sicurezza grazie al comodo riconoscimento delle impronte digitali. Inoltre, Samsung SSD T7 Touch dispone di un Motion LED che consente di controllare l’attività del dispositivo con una semplice occhiata: in base alla modalità in cui il led lampeggia, è possibile capire quali operazioni vengono svolte dal dispositivo, sarà infatti facile capire se il trasferimento dati è terminato mentre ci si concede 5 minuti per una pausa caffè. 

Lavorare in modalità Smart Working è oggi una realtà, per alcuni lo era già da qualche anno, per altri un lontano futuro, ma adesso per tutti quelli che possono lavorare da casa è una nuova routine quotidiana.

In questa situazione la tecnologia è il supporto fondamentale e sfruttarla al massimo delle potenzialità è l’obiettivo per tutti, per chi è ai primi passi e per chi sta imparando a farlo meglio.

Grazie all’innovativa tecnologia Samsung, la gestione e l’organizzazione dei propri progetti può diventare smart e agevole, il tutto senza rinunciare al proprio stile grazie a un design elegante e funzionale.

Che sia un lavoro completamente realizzato tra le mura domestiche o in parte in mobilità, Samsung offre la tecnologia utile per realizzarlo in modo efficace qualsiasi sia la propria scrivania, perché il principio che ha sempre guidato l’azienda è quello di creare tecnologia in grado di migliorare la vita e la quotidianità delle persone.

Brando Mattioli

Blogger - Amante della Rete e di tutto ciò che la compone. Appassionato ed emotivo e certe volte alternativo e riflessivo. Sicuramente deciso e insicuro e allo stesso tempo arrogante e spietato.